Web Analytics Displaying items by tag: cani bambini - Dogvacanze

Displaying items by tag: cani bambini

Il piccolo Carter e del suo amichetto a 4 zampe

Un video tenero che da un paio di giorni gira sul you tube è quello del piccolo Carter e del suo amichetto a 4 zampe.

Ci troviamo a Roma dove il piccolo Carter non si sente molto bene,è malato e quindi la mamma decide di tenerlo a casa. Il bambino riposa tutto il giorno sul divano, la mamma si assenta pochi secondi e quando torna quello che vede la emoziona talmente tanto da voler girare un video e metterlo sul web. Il fedele amico a 4 zampe del bambino sale silenziosamente sul divano, si avvicina al bambino e senza disturbarlo gli si stende di fianco abbracciandolo.

Questo è uno dei tanti video dolci che girano nel web, che dimostrano l’amore smisurato e incondizionato per il loro “fratello” umano.

 

 

 

 

I figli con un cane si ammalano meno, Perchè?

ANIMALI BAMBINI E ALLERGIE

E’ noto ormai da tempo che  far crescere un bambino con a fianco il migliore amico dell’uomo  aiuti a migliorare il carattere e l’umore di entrambi, quello che è stato invece dimostrato scientificamente è che la presenza di un cane o altri animali di bestiame  a stretto contatto con un bambino, lo aiuta a rinforzare le difese immunitarie ed a prevenire patologie allergiche di tipo respiratorio.

 

Non è una leggenda metropolitana, ma è la dimostrazione scientifica della dottoressa Susan Lynch , microbiologa dell’università della California che ha condotto un esperimento su cavie da laboratorio, prendendo in esame due campioni di polvere, che si trova comunemente in ogni casa,un campione di polvere di una casa con un cane,e l’altro campione senza animali. La dottoressa statunitense dopo avere  messo a contatto le due cavie con le due poveri casalinghe, le ha messe a contatto con sostanze che sviluppano spesso reazioni allergiche come le proteine dell’uovo;ed ha scoperto e dimostrato come la cavia venuta a contatto con la polvere della casa con animali, ha avuto reazioni allergiche minime o nulle, mentre le altre cavie hanno sviluppato un raffreddore.  Nelle cavie trattate con la polvere “canina” ha riscontrato un alta concentrazione del batterio Lactobacillus johnsonii,questo iniettato puro nei topi, gli ha protetti da un virus che anche nell’uomo causa reazioni asmatiche.

 

Se il batterio sia trasportato dalla polvere dei cani fino all’intestino, oppure siano altri batteri veicolati dai cani una volta arrivati nell’intestino facilitino lo sviluppo del Lactobacillus johnsonii ancora non lo sappiamo, quello che però è certo è che abbiamo un motivo in più per adottare e amare il nostro amico Peloso!!!